Maison David Prestige - Logo
Tasse vendita casa ereditata: Quali sono le aliquote da pagare?

Tasse e Oneri nella Vendita di una Casa Ereditata: Guida Completa

La vendita di una casa ereditata può sollevare dubbi riguardo agli oneri fiscali e alle imposte da pagare. Se vi trovate in questa situazione, è importante avere chiarezza su quali tasse siano applicabili e quali siano i passaggi burocratici da seguire.

Tasse sulla Vendita di una Casa Ereditata: Cosa Sapere

Una delle prime tasse da considerare è la Tassa di Successione, che varia in base al grado di parentela con il defunto proprietario. Ecco una panoramica delle aliquote:

  • Coniuge e figli: 4% sul valore catastale, con una franchigia di 1 milione di euro.
  • Fratelli e sorelle: 6% sul valore catastale, con una franchigia di 100 mila euro.
  • Altri parenti fino al quarto grado di parentela: 6% sul valore catastale, senza franchigia.
  • Altri soggetti senza parentela diretta: 8% sul valore catastale, senza franchigia.

Oltre a ciò, vi è l’Imposta Ipotecaria e Catastale che si paga al momento dell’eredità. Solitamente corrisponde al 2% e 1% sul valore catastale, con alcune eccezioni per gli eredi con agevolazioni di prima casa, che potrebbero pagare una tassa fissa di 200 euro ciascuno.

Da considerare anche:

  • 35 euro di tassa ipotecaria per ogni trascrizione.
  • 64 euro di bollo per ogni trascrizione.
  • Tributi speciali di segreteria.

La Voltura Catastale

Entro un mese dall’avvio della pratica di successione, è necessario richiedere la voltura catastale presso l’ufficio del catasto. I costi associati sono fissi (55 euro) e aggiuntivi (16 euro ogni quattro pagine di documentazione).

Per evitare ritardi o problemi durante la compravendita, è consigliabile affidarsi a professionisti esperti nel campo delle tasse immobiliari.